Sistema NoiPA: errori in busta paga e disagi continui per i lavoratori della Sanità

Roberto Chierchia (CISL FP LAZIO) scrive a Nicola Zingaretti: “Intervenga per una soluzione immediata del problema”
È palese che l’adozione del sistema NoiPA per l’elaborazione degli stipendi della maggior parte delle Aziende Sanitarie della Regione Lazio non ha mai dato garanzie di una corretta applicazione degli istituti contrattuali, con evidenti criticità nel recepire gli accordi decentrati ed errori grossolani frequentemente riscontrati nelle buste paga.
Ora, per necessità non meglio precisate e per fumose motivazioni riconducibili ad aggiornamenti informatici il sistema NoiPA è chiuso.
Non è possibile accedere per l’inserimento dei dati relativi alle prestazioni rese da parte di migliaia di lavoratori, che per contro si sono resi disponibili ad effettuare ore di lavoro straordinario e che a fine mese non troveranno il riscontro economico del loro lavoro.
Tale situazione genera un sentimento di rabbia e delusione nei confronti delle istituzioni e delle Amministrazioni Aziendali incapaci di porre rimedio a questo inconveniente. Inoltre è evidente il diverso approccio e la difforme considerazione della problematica: alcune Aziende si limitano a mere comunicazioni circa l’impossibilità di pagare le prestazioni straordinarie, altre adottano modalità operative alternative nel tentativo di garantire la corretta erogazione dello stipendio.
In considerazione di quanto sopra e per una risoluzione immediata delle problematiche si chiede al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, un Suo autorevole intervento.
Va evidenziato che tutta questa vicenda poteva essere evitata semplicemente programmando l’aggiornamento del sistema informatico, non dal 2 al 12 marzo, ma in un periodo del mese in cui non incombevano le scadenze per l’inserimento dei dati.
Ma forse sarebbe stato troppo pretendere da certi burocrati il rispetto dei lavoratori e delle loro famiglie.

Stampa